Facebook

ansia: scopriamo come sconfiggerla

ciao, affrontiamo oggi un argomento molto importante che mi sta molto a cuore, infatti ,il novanta per cento delle persone che conosco o che mi capita per qualche motivo di "scannerizzare" soffre in maniera più o meno grave di...ANSIA!
Molti non sanno nemmeno di soffrirene, altri lo sanno e ricorrono a psicofarmaci senza limiti, ma come possiamo fare ber sbarazzarci di questo disturbo quando non è organico? cioè quando non ci sono cause fisiologiche come per esempio la depressione?..
iniziamo col dire che la maggior parte dei soggetti ansiosi non sono depressi, anzi, il loro cervello funziona benissimo, a tal punto che l'ansia diventa un tornaconto nevrotico.( di cui parlerò in altri post).
Nella maggior parte dei casi, quindi, l'ansia deriva dal non saper controllare i propri pensieri, e quindi può essere eliminata.
Come sapete questo è un blog di pronto intervento e c'è bisogno che spieghi le cose molto semplicemente.
Semplificando diciamo che esistono due tipi di ansia, quella per il passato e quella per il futuro.
L'ansia per il passato è molto negativa, in quanto può portare a delle vere ossessioni, molto spesso è un pensiero, un ricordo passato che non riusciamo a "metabolizzare"e che ci mette in uno stato d'animo molto negativo.
L'ansia per il futuro invece (apprensione) è la paura di quello che potrebbe verificarsi in futuro.
Anche questo tipo di disturbo è molto negativo, infatti si è perennemente agitati per qualunque cosa di cui non si sappia l'esito a priori, e come si sa, la vita è fatta di eventi di cui non si conosce l'esito.
Come possiamo sbarazzarcene?
Prima di tutto prendendo coscienza che l'ansia dipende da noi, noi possiamo estirparla quando vogliamo perchè discende dai nostri pensieri, e noi siamo in grado di controllarli!
per quanto riguarda i ricordi passati dobbiamo sforzarci di capire che gli eventi passati non si possono cambiare, che quello che è successo ormai è successo, e che possiamo solo imparare da ciò che è accaduto.
Per l'apprensione invece basta capire che il futuro non si può conoscere con anticipo, e che è solo un momento presente che deve ancora arrivare, lo vivremo quado arriverà!
una volta che ci siamo convinti di questo , quando ci scopriremo in ansia dovremo semplicemente farci queste domanda : "stare in ansia adesso per una cosa che è accaduta o che dovra avvenire a cosa mi porta? mi cambia qualcosa stare in ansia? le cose che sono successe o che devono succedere cambiano se io sto in ansia?"..la risposta è no, quindi rilasatevi.
a presto


p.s ragazzi, vedo che tanti leggono il blog, ma commentate, se avete domande sarò lieto di accoglierle e di chiarire i vostri dubbi

10 Responses to ansia: scopriamo come sconfiggerla

  1. anna says:

    Salve sono una ragazza universitaria e ho appena 21 anni..sono sempre stata solare e tranquilla pur essendo cresciuta in una situazione familiare molto complessa. Per farla breve mia mamma e mio padre non sono mai andati d'accordo, lui l'ha sempre tradita, per un periodo ha avuto problemi d'alcool, poi è stato in carcere per circa 2 mesi, adesso è uscito e sta per andare a vivere in un altro paese.... entrimbi sono stati sempre affettuosi e io credo di essere cresciuta senza taumi significativi..ma da alcuni giorni mi sento molto suscettibile, credo sia l'ansia... sento che il cuore comincia a battere forte senza motivo, mi sento male...e non riesco a dormire... mi è successo già altre volte, ma non mi sono preoccupata perchè sono stati eventi isolati.. adesso comincio a preoccuparmi ma so che non è l'atteggiamento indicato

  2. JOE says:

    Carissima Anna..
    Purtroppo, i traumi possono venire fuori dopo tempo, ..ti sono tornati in mente ricordi?..
    Se è così dovresti parlare con uno psicologo, se puoi ti va di parlarne in maniera amichevole aggiungi al tuo msn questo contatto : dominiomentaleblog@hotmail.it

  3. Anonimo says:

    salve io so di essere una persona ansiosa e molto razionale , e mi è successo in passato d'aver crisi d'ansia abbastanza forti, la causa scatenante in passato è stata quando capivo che non ero piu preso della persona con cui uscivo, e purtroppo facendo fatica ad accettare i miei sentimenti mi scattavano questi sintomi cosi forti ..però ora mi succede che appena esco con una ragazza e capisco che questa mi piace inizio ad avere i sintomi d'ansia molto forti e non riesco a controllarli.. questo mi condiziona molto e non mi da la possibilità di vivere in modo sereno e tranquillo una frequentazione che potrebbe portare ad innamorarmi.. cosa che vorrei tanto poter vivere.. ho già fatto sedute psicoterapeutiche e conosco tutti i modi per cercare di non pensare ne troppo avanti nè al passato... ma che non mi da pace sono i sintomi che anche con l'aiuto di ansiolitici sento davvero forti.. come posso fare?

  4. Anonimo says:

    marisa 8 gigno 2012
    la ansia e' dovuta a la paura di dire ai miei che convivo da due anni con un uomo separato che ha un figlio di 16 anni-come se non bastasse la ex lo fa campare con 800 euro equalche soldino mio ma non riesco piu' a far quadrare i conti a fine mese e' un incubo.per non dire che saro' licenziata da qui a 5 mesi. altro che positivita'

  5. JOE says:

    Ciao Marisa,
    Chi non ha paura è solo un incosciente..
    La persona da applaudire è quella che affronta la paura!

  6. Anonimo says:

    Salve mi chiamo Francesco e ho 22anni...dal2008 soffro di attacchi di panico e ansia tutto cio e avvenuto dopo una stagione fatta x lavoro a pescara..una notte nn sno riuscito a dormire tremavo e avevo paura ma nn so di cosa da quel gg questi sintomi nn mi hanno piu abbandonato..dpo.tutti questi anni gli attacchi di panico sno diminuiti se no spariti xo l'ansia e una compagna ke mi porto.dietro ogni gg nn riesco a dominarla sempre e nn so come fare xk mi fa perdere dei momenti dove potrei divertirmi benissimo anke xk sno stato sempre una persona.solare e vorrei tanto ritornare ad esserlo..ho consultato dott e psicologi ke mi hanno consigliato farmaci ma io oltre alla cammomilla nn ho mai preso niente..grazie!

  7. Anonimo says:

    Salve, mi chiamo Alessandra, ho 35 anni e l'ansia a volte non mi fa respirare. Pretendo molto da me stessa, nelle relazioni così come nel lavoro, e tendo a caricarmi le spalle di tutte le responsabilità Vivo con insoddisfazione, il giardino del vicino è sempre più verde...quando le altre persone realizzano il loro mondo sono felice per loro ma mi prende sconforto perchè è come se dentro di me sentissi che per qualche motivo cosmico io non potrò realizzare i miei sogni (un amore sereno, un figlio, una famiglia mia). Attualmente vivo una relazione che per molti aspetti mi rende felice e per altri sofferenza...mi dico razionalmente che dovrei troncare il rapporto ma poi non voglio, non ci riesco e sento la mancanza del mio compagno prima ancora di chiudere.
    Ho deciso di lavorare su me stessa, sulla mia paura nei confronti della solitudine che mi accompagna da quando ero bambina, dove una voce proveniente da non sò dove mi disse che io non avrei mai avuto il mio uomo, la mia famiglia...questa cosa mi ossessiona perchè è come sta andando...ho deciso di lavorare su questa solitudine attraverso lo strumento delle costellazioni familiari...manca un mese all'appuntamento e anche se ho preso questa decisione l'ansia non mi molla e il pensiero è fisso su cosa fare e il mio cuore piange...Grazie per la condivisione

  8. Anonimo says:

    Ciao ho 26 anni e ogni tanto mi prende sta ansia, a parte io in passato ho fatto troppi abbusi, di (droge) .... A volte mi prende cosi mi batte talmete il cuore che io credo che mi sta venendo un infarto... Poi a volte mi si fanno delle, formichelle nella mano sinistra, e mi inizio a preoccupare.... e corro subito in ospidale, mi misurano la pressione e il cuore ed e tutto ok.....mah come devo fare?? Rispondetimi x favore.....

  9. Ciao, ti consiglierei di parlarne con uno psicologo o un pedagogista. :)..

  10. Anonimo says:

    Salve,
    ho 24 anni e non ho mai sofferto di ansia. 3 giorni va ero alla guida per lavoro (sono un'informatore scientifico) e ho avuto un attacco di panico, sono stata un giorno al pronto soccorso e tutti gli esami sono buoni, pressione buona, glicemia buona, ferro buono.. ma avevo paura di morire.. paura che non ho mai avuto. Mi reputo una ragazza forte ed ottimista. Non ho mai sofferto di nulla. Ma da quell'episodio di 3 giorni fa mi sento continuamente mancare, mani e piedi sudano freddo, tachicardia, mancamento d'aria, nausea, riposo male e perdita d'appetito. Il mio medico mi ha prescritto il Lexotan ma sono contraria a prendere farmaci... Ho paura a prendere l'auto e guidare... e per me è grave perchè il mio lavoro consiste anche in questo... cosa mi consigliate?... Rispondete perfavore...