28 mar 2011

Belen la rapitrice

Belen, Corona e Carlos. Niente paura, non è un’ennesimo triangolo mediatico e amoroso, ma l’ulteriore riprova che vivere sotto i riflettori, sempre e comunque, è quanto di meno salutare possa esistere. Figurarsi quando questo accade a bambini, se questi sono figli di personaggi che a colpi di interviste televisive affrontano i problemi di coppia.
Avrete sentito dell’ultima bravata di Fabrizio Corona che, mentre l’ex moglie è in Honduras a fingersi naufraga, ha letteralmente rapito suo figlio Carlos per portarlo, dicono, a Eurodisney. Ghiotto boccone per i giornali gossippari già illuminati dai futuri proventi delle vendite di riviste che ipotizzano una denuncia e (magari) l’arresto di Belen Rodriguez, accusata di complicità.
Non c’è che dire, la fantasia di tutti si sbizzarrisce: quella dei protagonisti alla ricerca di gloria, e quella dei giornalisti che grufolano tra le miserie altrui.
Mi fa tenerezza quel bambino, già grande per i suoi anni, che trova normale urlare alla mamma-amante “ti amo” in collegamento satellitare dall’isola e ancora normale che suo padre, fidanzato con la diva televisiva del momento, passi a rapirlo per portarlo al parco giochi.
Probabilmente sarà anche lui un genitore bello (perché già lo è) e canaglia, e sarebbe la sorte migliore, perché l’alternativa è solo una più plausibile infelicità.

Letizia Vicidomini

0 commenti: