22 apr 2011

Dacci oggi la nostra Passione quotidiana

Venerdì Santo, Venerdì di Passione.
Quella di Cristo, alla quale pensare per prendere atto della nostra incapacità di dare e di amare, della paura che ci prende davanti alla sofferenza.
Un venerdì, questo, di passione per la politica, che fibrilla in vista delle elezioni amministrative, che palpita per i referendum.
A Napoli anche un venerdì di sdegno, davanti ai cumuli di immondizia che i turisti in gruppi ordinati aggirano nelle passeggiate.
Un venerdì di indifferenza, quella dei napoletani che ormai non sentono neanche più la puzza.
Un venerdì di rassegnazione, perché tanto si sapeva che l’esercito non sarebbe venuto a liberarci dai sacchetti, e che l’ennesima promessa dello Stato non sarebbe stata mantenuta.
Venerdì Santo, venerdì di Passione. Signore, liberaci dal male.

Letizia Vicidomini

0 commenti: