04 apr 2011

Ecco la civiltà e il rispetto per l'ambiente: l'automobile ad acqua



Quando faremo qualcosa? Quando ci decideremo a lottare sul serio per l'ambiente, per la nostra salute e per quella dei nostri figli?
Non è possibile che esistano tecnologie evolute come il motore ad acqua e noi siamo ancora fermi a questo maledetto petrolio.
Abbiamo avuto in questi anni un'aumento dei decessi per cancro a dir poco mostruoso eppure chi vuole il petrolio al governo è ancora lì..
Ma questa volta non voglio prendermela con il potere, voglio prendermela con noi, perchè siamo solo in grado si subire.
Non riusciamo a fermarci, a capire che la nazione siamo noi.
Proviamo domani mattina a fermare l'Italia, nessuno vada a lavoro, il pane non lo farà nessuno e nessuno lo potrà acquistare, che sia un lavoratore da 800 euro al mese o Berlusconi.
Con una nazione ferma, allora si che avremo voce in capitolo!!
Solo con un'azione di questa portata avremo qualche possibilità di vincere,sia per le energie ma soprattutto per il lavoro.
Non possiamo andare avanti così, quando ce ne renderemo conto? non c'è niente di bello in previsione per il futuro,di questo passo non ci sarà lavoro, non ci sarà pensione e neanche la salute ci rimarrà.
Non è ammissibile!


P.S. qualcuno pensa che questa macchina non esista, io propenderei per l'idea che a tanti non fa comodo che esista, il brevetto è depositato, ma purtroppo giace.

1 commenti:

willy ha detto...

Le auto ad acqua non possono essere più grandi di così però. Il vero danno sono le eletriche. Comunque Gianni le auto ad idrogeno sono la vera invenzione, non richiedono serbatoi enormi e soprattutto le auto di adesso pare siano facilmente convertibili . Fin quando ci sarà petrolio si andrà a benzina e gasolio. Ciao Gianni!!! :))