19 dic 2011

ANTONIO BICCHIERRI :IL VENTO DI AUSCHWITZ

IL VENTO DI AUSCHWITZ


Lucida pazzia:
perversa umanità.
Cumuli di carne,
ossa ammassate
ricurve nel loro dolore
dissolversi in cenere,
portate via dal vento
in quel cielo stanco e spento.
Noi
che mai abbiamo patito quell’odio
e mai perduto quella libertà,
quella stessa che oggi
ci permette di essere uomini
e non dimenticare.

BREVE NOTA BIOGRAFICA

Antonio Bicchierri nasce il 14 novembre a San Giorgio Jonico, ridente cittadina situata alle pendici della collina Belvedere, balcone ideale che si affaccia sulle splendide acque azzurre del golfo di Taranto, città dei due mari, capitale della Magna Grecia, con un museo fra i più importanti d’Europa. Contempla con passione nello stesso tempo (Humus materno), la sua magica e verdeggiante Lucania. Il nostro così sviscera il suo amore: “Terra del mio sud baciata dal sole e ricca di sapori mediterranei”.
Il 27 dicembre 2010 è stato nominato “CAVALIERE” dell’ordine “Al merito della Repubblica Italiana”.
La ricerca araldica sulla casata del nostro poeta a cura della Heraldrys Institute of Rome così riporta: Antonio, poeta ed artista contemporaneo, vivente in San Giorgio Jonico , sulla cui produzione artistica illustri nomi hanno lasciato parole d’ammirazione.
“SAN GIORGIO CELEBRA IL SUO POETA”
Pubblicazione premio per il suo primo libro di poesie: “In Cammino…”, essendo risultato vincitore al Premio Letterario Internazionale Prader Willi di Torino. Il 21 marzo 2009 presentazione e divulgazione dell’opera seconda: “In volo…nella leggerezza dell’essere, su audiolibro (CD). Il 4 dicembre 2010 presentazione e diffusione della silloge poetica in versi ed immagini: “Alla mia terra”.
Pubblicazione della raccolta di poesie: “Il senso della vita nel tempo che va”
Opera contenente la poesia vincitrice della XXIV Edizione del Premio Internazionale di Poesia e Letteratura “Nuove Lettere”.
Numerosi i primi posti e piazzamenti d’onore ottenuti in varie città d’Italia,
Di Antonio Bicchierri autorevoli critici e letterati hanno scritto e recensito le sue opere, affermando in sintesi che non si può, non restare commossi e incantati leggendo le sue splendide liriche, perché toccano l’anima e richiamano ricordi mai sopiti.

0 commenti: