19 dic 2011

ANTONIO CONTOLI : UOMINI

UOMINI

Nube di fumo
crolla il gigante d’argilla
la fronte rovina sui piedi
s’inchina all’ignoto

Fiamma che brucia
sale nell’aria combusta
accorrono in molti ma invano
formiche impazzite


Bianche lenzuola
non ci appartenne niente
tranne l’amore


Mente corrotta
spegne d’un tratto la luce
accorrono in molti ma invano
formiche impazzite


BREVE NOTA BIOGRAFICA

Antonio Contoli, nasce il 7 luglio 1972 a Roma, città dove tuttora vive.
Inizia a scrivere poesie poco più che adolescente; seguono poi con gli anni anche racconti, aforismi, articoli (è iscritto all’Albo, in qualità di “Pubblicista”) e canzoni (è socio SIAE, presso la sezione Musica).
Partecipa a vari concorsi letterari, ottenendo non di rado segnalazioni e riconoscimenti, la prima nel 1991 a Bologna presso il Concorso “I Giovani e la Poesia” (2° classificato), più recentemente il Premio “Pegasus” (Concorso Letterario Internazionale Città di Cattolica), il Premio Capoliveri Haiku ed il Premio Madonie Crocevia di Scrittori e Poeti.
Oltre che alla scrittura e alla musica, si dedica anche alla fotografia, ottenendo buoni riscontri presso rassegne nazionali ed internazionali come “La Piazzetta” di Salerno, “Emozioni d’Amore” di Sanremo, il “Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea SaturARTE” di Genova ed il Premio dell’Amore 2011 di Aulla.

Pubblicazioni
La Trilogia degli Occhi (2008, MEF)
storie di ordinaria precarietà (all’interno dell’antologia Perle Sciolte - 2009, Bel-Ami Edizioni)
Non ho mai vissuto un istante... (2010, Albatros Il Filo).




0 commenti: