19 dic 2011

DONATELLA NARDIN : SREBRENICA 1995

SREBRENICA 1995

Ho visto scendere dalla collina,
dalle stagioni perdute all'amore
una fila di madri senza più volto,
portavano i figli della violenza
subita, il cielo sempre più stretto,
una fiammata di papaveri rossi
a seppellire la vergogna impotente
d'Europa che non ci assolve
e non ci redime.

BREVE NOTA BIOGRAFICA

Dopo gli studi classici ho lavorato nel settore turistico con incarichi dirigenziali. Ora, a riposo, continuo con maggior assiduità a coltivare la scrittura, soprattutto poetica.
Mi gratificano, di tanto in tanto, piccoli premi e riconoscimenti.
Numerose mie poesie e qualche racconto sono pubblicati in volumi collettanei di Concorsi Letterari, in pubblicazioni di piccole Case Editrici, come LietoColle, in rete e in alcune riviste letterarie come Poesia, Crocetti Editore.


2 commenti:

FRANJO MATANOVIC ha detto...

QUANTE "SREBRENICA" NELLA VITA QUOTIDIANA... IO, CHE SONO NATO IN BOSNIA, E OGNITANTO TORNO LA', VEDO CHE NESSUN POSTO è ESCLUSO DALLA INGIUSTIZIA.. GRAZIE PER LE BELLE PAROLE

donatella nardin ha detto...

grazie Franjo, ogni violenza su donne e bambini è particolarmente odiosa e mi tocca nel profondo.
ciao Donatella